Differenziazione curricolare

La differenziazione curricolare è rivolta a quegli allievi che hanno accumulato parecchie difficoltà e insuccessi scolastici. La scuola può proporre una parziale sostituzione di una o più materie con la differenziazione curricolare. Con questa misura si cerca di ridare fiducia all'allievo, di rassicurarlo nelle sue capacità e possibilità di riuscita, di colmare le lacune scolastiche e pratiche indispensabili per affrontare le esigenze di una formazione professionale.

L'iscrizione alla differenziazione curricolare è riservata agli allievi che:

  • hanno raggiunto i tredici anni di età;
  • hanno accumulato un ritardo scolastico in molte materie pregiudicando l'apprendimento dei contenuti successivi;
  • hanno perso la motivazione e non riescono ad approfittare dell'insegnamento impartito dal docente all'intera classe;
  • hanno già rivolto il loro interesse al mondo del lavoro, a scapito della motivazione per le attività proposte dalla scuola.

L'iscrizione alla differenziazione curricolare non pregiudica l'ottenimento della licenza e necessita del consenso della famiglia. Alla fine dell'anno scolastico, l'allievo riceverà dal docente di differenziazione curricolare una nota numerica, analogamente a quanto avviene per le altre discipline scolastiche. Limitatamente alla classe IV e quando le materie d'esonero sono almeno due, il voto positivo di differenziazione curricolare compensa l'assenza di una nota.

Ad ogni allievo viene proposto un programma individuale riferito ai suoi specifici bisogni. Concretamente, le attività possono consistere:

  • nella ripresa di conoscenze scolastiche fondamentali attraverso lavori pratici;
  • nell'aiuto allo studio e preparazione delle verifiche;
  • nello sviluppo dell'autonomia e delle abilità sociali;
  • nell'organizzazione di visite in azienda e tirocini professionali;
  • nell'attività di espressione creativa.