Riconoscimento

Nell'ambito del diritto svizzero la nascita crea una relazione giuridica tra il figlio e la madre; se costei è sposata, sorge pure un rapporto giuridico di filiazione con il marito della stessa. La presunzione di paternità nei confronti del marito della madre è valida per 300 giorni dalla morte di quest'ultimo.
La presunzione di paternità può essere contestata giudizialmente allorquando il marito non è il padre.

Nell'ambito del diritto svizzero, se il figlio ha rapporto di filiazione solamente nei riguardi della madre, il padre biologico può riconoscere il figlio mediante dichiarazione davanti all'ufficiale dello stato civile, per testamento o, se è pendente un'azione di accertamento giudiziale della paternità, davanti al giudice. Il figlio adottato non può essere riconosciuto.
L'autore del riconoscimento deve essere capace di agire; se è minorenne o sotto curatela generale è necessario il consenso del rappresentante legale.

Tasse e spese

Riscosse in conformità dell'Ordinanza sugli emolumenti in materia di stato civile.

Colui che, sapendo di non essere il padre, procede ad un riconoscimento inducendo così l'ufficiale dello stato civile a documentare una falsa iscrizione nel registro dello stato civile si rende punibile penalmente (conseguimento fraudolento di una falsa attestazione).
Il riconoscimento è di principio irrevocabile e può essere contestato dagli interessati unicamente se l'autore del riconoscimento non è il padre biologico.
Il riconoscimento è ricevibile anche se il padre è sposato con un'altra donna.
Nell'ambito dei rapporti di diritto internazionale privato, le autorità di stato civile offrono la consulenza necessaria e orientano i genitori sulle procedure da seguire per l'eventuale applicazione di un diritto diverso da quello svizzero.

Luogo della dichiarazione

Se non sono coinvolte componenti straniere il riconoscimento può avvenire innanzi a qualsiasi ufficiale dello stato civile in Svizzera.
Se sono coinvolte componenti straniere il riconoscimento può avvenire innanzi all'ufficiale dello stato civile del luogo di nascita o di dimora abituale del figlio, del domicilio o del luogo di origine di un genitore.

Documenti necessari

Le informazioni dettagliate saranno fornite per il caso specifico dal competente ufficiale dello stato civile.

Effetti giuridici del riconoscimento

La dichiarazione di riconoscimento stabilisce il rapporto di filiazione tra il padre e il figlio e da questo sorgono di conseguenza tutti i diritti e doveri conseguenti (tra cui diritto di ereditare, obbligo di mantenimento, .... ).

Cognome del figlio

Nell'ambito dell'applicazione del diritto svizzero il riconoscimento non comporta un'automatica modifica del cognome del figlio.
Se l'autorità di protezione dei minori attribuisce l'autorità parentale in comune i genitori possono, entro un anno dal trasferimento dell'autorità parentale, dichiarare all'ufficiale dello stato civile che il figlio porterà il cognome da celibe del padre. Se è il solo detentore dell'autorità parentale, il padre può fare la stessa dichiarazione. Per quanto possibile, la madre deve essere informata sull'avvenuta dichiarazione (art. 275a cpv. 1 CC).
Nell'ambito dei rapporti di diritto internazionale privato, le autorità di stato civile offrono la consulenza necessaria e orientano i genitori sulle procedure da seguire per l'eventuale applicazione di un diritto diverso da quello svizzero.
Il cognome del figlio che ha compiuto il dodicesimo anno di età può essere cambiato soltanto con il suo consenso.

Cittadinanza e attinenza

Il riconoscimento del figlio di genitori entrambi svizzeri non modifica direttamente la propria attinenza comunale e cittadinanza cantonale.
La cittadinanza cantonale e l'attinenza comunale del figlio di genitori entrambi svizzeri è in particolare disciplinata dall'articolo 271 CC, secondo il quale il figlio assume la cittadinanza cantonale e l'attinenza comunale del genitore di cui porta il cognome; se assume il cognome dell'altro genitore (vedi punto precedente), il figlio minorenne ne acquista anche la cittadinanza cantonale e l'attinenza comunale in luogo e vece di quelle anteriori.

Con la costituzione del rapporto di filiazione nei confronti del padre, il minorenne straniero figlio di padre svizzero non coniugato con la madre acquista la cittadinanza svizzera come se l'acquisto della cittadinanza fosse avvenuto con la nascita.

Dopo il 1. gennaio 2006, con il riconoscimento da parte del padre svizzero, il figlio straniero nato dopo il 1. gennaio 2006 assume l'attinenza comunale, la cittadinanza cantonale e la cittadinanza svizzera del padre.
Per i figli nati prima del 1. gennaio 2006 da madre straniera e riconosciuti da padre svizzero è possibile depositare una domanda di naturalizzazione agevolata conformemente all'art. 58c, cpv. 1 o 2 LCit.

Atto di riconoscimento

L'atto di riconoscimento è ottenibile dagli aventi diritto presso l'ufficio circondariale dello stato civile svizzero del luogo di riconoscimento.