Naturalizzazione agevolata a livello federale

Il caso di gran lunga più ricorrente è quello relativo alla domanda dello straniero che ha sposato un cittadino (o una cittadina) svizzero (Art. 27 LCit).

Secondo tale norma, la può domandare la persona che:

  1. ha risieduto complessivamente cinque anni in Svizzera;
  2. vi risiede da un anno; e
  3. vive da tre anni in unione coniugale effettiva con il proprio coniuge.

L'istante deve inoltre, giusta l'art. 26 LCit:

  1. essere integrato in Svizzera;
  2. conformarsi all'ordine giuridico svizzero;
  3. non compromettere la sicurezza interna o esterna della Svizzera.

La cittadinanza ottenuta è quella del coniuge. La procedura relativa rientra, come detto, fra quelle previste dal diritto federale. La trattazione di un simile caso e la sua decisione conclusiva spettano esclusivamente all'Ufficio federale preposto. Il Cantone e il Comune di domicilio dell'interessato sono soltanto chiamati a collaborare al suo svolgimento. Il modulo necessario per la domanda può essere ottenuto presso il Servizio cantonale delle naturalizzazioni, a Bellinzona. L'eventuale decisione negativa in materia, emanata dall'autorità federale preposta, può costituire oggetto di ricorso innanzi al competente organo federale.